Com’è fatto un pannello fotovoltaico | Cella

La cella, il cuore di un pannello fotovoltaico è fatta di silicio. Oggi viviamo nella società del silicio:  di silicio sono i microprocessori, i cervelli dei nostri computer. Tanto che il centro nevralgico della rivoluzione digitale è localizzato proprio nella Silicon Valley
Perché questo metalloide – questa la “famiglia” a cui appartiene l’elemento chimico – è un semiconduttore, la sua qualità più preziosa. Inoltre è disponibile in abbondanza in natura, dove rappresenta ben il 28% della crosta terrestre, ed è il secondo elemento più diffuso sul pianeta, secondo solo all’ossigeno.

Tecniche di raffinazione sempre più perfezionate

Il boom dell’industria elettronica ha contribuito inoltre a perfezionare i metodi di raffinazione e lavorazione. Gli scarti della lavorazione dei componenti elettronici vengono riciclati dall’industria fotovoltaica che permette maggiori concentrazioni di impurità. Di silicio sono fatte anche le celle fotovoltaiche che rappresentano il cuore dell’impianto, dove avviene il processo che permette la conversione della radiazione solare in una corrente di elettroni.

156 x 156 mm (6’’), è questo il formato delle celle fotovoltaiche Solarday, disponibili in silicio policristallino o monocristallino. Più puro è il silicio, più, in proporzione, costerà l’impianto.

Differenza tra celle monocristallina e policristalline?

La differenza fra una cella in silicio mono e policristalline è originata dalla tecnica di produzione delle
celle, che si riflette poi sul modulo.
Fino a poco tempo fa, il rendimento del policristallino era leggermente inferiore al mono, oggi, con le nuove tecniche di produzione delle celle, la distanza si è talmente assottigliata che praticamente non
esistono quasi più differenze nella produzione di energia fra i due prodotti.

I pannelli Solarday in Monocristallino rappresentano un’eccellenza orgogliosamente italiana che trasforma il migliore silicio disponibile in celle in grado di garantire una migliore produzione elettrica.
Le potenze dei moduli hanno una tolleranza sempre positiva e sono tutte garantite.

Sono variabili dai 260 Wp ai 300 Wp a seconda dell’efficienza delle celle fotovoltaiche utilizzate.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.