Com’è fatto un pannello fotovoltaico | Backsheet

La forza del poliestere maggiorato

Per minimizzare i rischi e garantire un corretto isolamento elettrico, ogni modulo fotovoltaico è dotato nella parte posteriore di uno strato di Backsheet che protegge le celle dall’umidità e dagli agenti atmosferici, permettendo all’impianto un corretto funzionamento di ogni singolo componente.
Un laminato multistrato di poliestere maggiorato è la soluzione scelta da Solarday per aumentare la vita del pannello, grazie a una maggiore robustezza e tenuta.

Una scelta importante, non solo per il colore

Scegliere correttamente un Backsheet di qualità, con il migliore equilibrio tra prestazioni e prezzo, assicura il miglior ritorno sull’investimento.
Un Backsheet scadente o installato male, può causarne la perforazione, limitando la resa del modulo privandolo della necessaria protezione.

In commercio esistono diverse colorazioni del film di poliestere, la più diffusa è quella bianca, ma sono disponibili anche Backsheet neri, trasparenti o dello stesso colore delle tegole.

 

Un ruolo strategico

Dal vetro di protezione al Backsheet, che costituisce il retro del “sandwich” che dà forma a ogni modulo solare, ciascun componente contribuisce alla resa dell’impianto.
Il pannello posteriore gioca un ruolo strategico, proteggendo i componenti interni, le celle fotovoltaiche e i componenti elettrici da tutte le sollecitazioni esterne e svolge anche la funzione di isolante elettrico. Un Backsheet di bassa qualità danneggia l’intero impianto, per questo i pannelli Solarday pongono attenzione anche agli altri componenti per evitare l’ingiallimento del Backsheet, evitando materie prime di fascia bassa e non testati.

La scelta e la selezione dei migliori materiali è la strada seguita da Solarday, con continui test che coinvolgono l’intera filiera di produzione. In un mercato come quello del fotovoltaico l’attenzione ai dettagli è l’unica strada possibile, per scegliere con piena consapevolezza in un settore che cresce a doppia cifra come quello dell’energia sostenibile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.